LEONARDO
RID Articoli Mese
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 01-10-2018 Nuova versione export per l’elicottero cinese Z-10 data: a cura di:

Stando ad alcune immagini apparse sul web nel corso degli ultimi giorni, la Cina avrebbe apportato alcune modifiche all’elicottero d’attacco di concezione nazionale CAIC Z-10, in vista di una sua potenziale esportazione. Nelle immagini di quello che rappresenterebbe il volo del primo prototipo, l’elicottero appare in verniciatura “desert camo” e con la scritta “Z10ME001” ben evidenziata sui fianchi posteriori della fusoliera. La versione ME rappresenterebbe una variante migliorata dello Z-10 in dotazione all’Esercito Cinese, equipaggiata con un nuovo motore turboalbero Wozhou-16 (WZ-16) in grado di garantire 1.200 kw di potenza rispetto ai 935 kw erogati dall’attuale WZ-9. Altri cambiamenti riguarderebbero i sistemi di protezione, sia dal punto di vista avionico, che di blindatura (in particolare si parla di un irrobustimento dell’intera sezione anteriore, dalla torretta alle prese d’aria, anch’esse ridisegnate) e una maggior carico pagante trasportabile (fino a 16 missili aria-sup/anticarro/aria-aria HJ-10, rispetto agli attuali 8 previsti dalla configurazione standard), ciò anche grazie all’incremento della potenza del motore. Dal punto di vista commerciale, lo Z-10 potrebbe suscitare un moderato interesse da parte di alcune nazioni africane, mediorientali (Iran) ed asiatiche (Malesia e Thailandia), mentre il Pakistan, che per 18 mesi ha avuto la possibilità di testare 3 esemplari di Z-10, ha preferito virare sui T129 ATAK nonostante i costi maggiori dell’elicottero turco. Ulteriori dettagli su RID 11/18.


Condividi su: