LEONARDO
RID Articoli Mese
Notizie a cura di RIDlogo RID
anteprima logo RID La Cina partecipa ad AVIADARTS

L’edizione 2018 dell’annuale esercitazione aerea AVIADARTS vede la partecipazione di un grosso contingente dell’Aeronautica Cinese (PLAAF). Mentre la prima fase dell’esercitazione – svoltasi, come ogni anno, alla fine di maggio - ha coinvolto unicamente velivoli russi, la seconda fase dell’AVIADARTS (29/7-11/8) vede la partecipazione di un cospicuo numero di aerei appartenenti a Forze Aeree amiche alleate, come Bielorussia, Kazakhstan e, appunto, Cina, impegnate sul poligono di Dubrovichi. Dal 21 luglio, secondo quanto comunicato dal Ministero della Difesa russo, diversi velivoli cinesi sono stati rischierati presso la base aerea di Dyagilevo, nella regione di Ryazan, che ospita anche un distaccamento bielorusso di aerei d’attacco al suolo Su-25 ed elicotteri Mi-8 e Mi-24. Nello specifico, il contingente cinese è costituito da una coppia di bombardieri H-6K appartenenti alla 10ª Divisione Bombardieri/28° Reggimento di Anqing e da un aereo da trasporto Y-9 della 4ª Divisione Trasporto/10° Reggimento di Chengdu-Qiongli - primo rischieramento estero per entrambi i velivoli - e da 3 cacciabombardieri JH-7A della 5ª Divisione attacco al suolo/15ª Brigata Aerea di stanza a Weifang. A tali apparecchi si sono aggiunti 4 caccia J-10A che hanno raggiunto il resto del contingente durante il fine settimana, insieme a caccia multiruolo Su-30 ed elicotteri Mi-35 e Mi-171 kazaki. I velivoli cinesi effettuano simulazioni di combattimento aria-aria (BVR e dogfight) e sessioni di tiri aria-sup, compresa l’effettuazione di missioni SEAD con missili antiradiazioni YJ-91 (copia cinese del Kh-31 russo recentemente messa in servizio) che equipaggiano i J-10.

anteprima logo RID La Corea del Nord continua la produzione di ICBM

Nonostante il recente riavvicinamento agli USA e l’incontro Trump Kim Jong Un, la Corea del Nord starebbe proseguendo la produzione di missili balistici intercontinentali a propellente liquido nel sito di Sanumdong. Le attività in corso sarebbero documentate da immagini satellitari in mano all’intelligence americana. L’ultimo test con un missile intercontinentale da parte di Pyongyang è stato effettuato alla fine dello scorso anno, quando fu sperimentato l’HWASONG-15

anteprima logo RID Parte la costruzione delle DOHA per il Qatar

Alla presenza del Vice Primo Ministro e Ministro della Difesa del Qatar Khalid Bin Mohamed Al Attiyah e del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, accolti dal Presidente e dall’Amministratore Delegato di Fincantieri Giampiero Massolo e Giuseppe Bono, si è svolta oggi presso lo stabilimento di Muggiano (La Spezia) la cerimonia del taglio lamiera della prima corvettona/fregata leggera classe DOHA da 3.250 t di dislocamento per la Marina del Qatar. Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, anche il Comandante delle Forze Navali dell’Emirato, Staff Major General Abdullah Bin Hassan Al Sulaiti e il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio di Squadra Valter Girardelli. Il contratto, che per Fincantieri vale quasi 4 miliardi di euro, prevede la fornitura di 7 navi di superficie, di cui 4 corvettone, una nave anfibia (LPD - Landing Platform Dock) e 2 pattugliatori (OPV - Offshore Patrol Vessel), ed un pacchetto di supporto logistico per ulteriori 10 anni dopo la consegna delle unità (per tutti i dettagli sulle unità si veda RID 5/18). Tutte le navi verranno interamente costruite nei cantieri italiani del gruppo a partire da quest’anno. Nella fornitura sono coinvolte anche Leonardo, per la parte CMS, sistema di combattimento e sensoristica, MBDA, per la parte relativa all’armamento missilistico, ed Elettronica, per ciò che concerne la suite di guerra elettronica. Fondamentale anche il ruolo della Marina Militare, garante di tutta l'operazione da un punto di vista governativo, per la formazione e l’addestramento degli equipaggi delle 7 navi che prenderà ufficialmente avvio a settembre in Italia. Nel corso della cerimonia hanno preso la parola l’AD di Fincantieri Giuseppe Bono (vedi notizia a fianco) e i 2 Ministri della Difesa. Il tono degli interventi è stato il medesimo, teso a sottolineare l’eccellente stato della cooperazione tra i 2 Paesi e la sua rilevanza alla luce della stabilità e della sicurezza del Mediterraneo Allargato. In tale ottica, il Ministro Trenta ha reso noto l’impegno del Governo a stipulare ulteriori accordi di cooperazione strategica come quello con il Qatar anche con altri Paesi ed ha ribadito l'importanza per l’interesse dell’Italia dello scacchiere Mediterraneo/Medio Oriente.

anteprima logo RID Fincantieri-Vitrociset: trattative avanzate

Durante la cerimonia di avvio della costruzione della prima corvettona classe DOHA per il Qatar, l'AD di Fincantieri Giuseppe Bono ha annunciato la costituzione di un nuova Divisione all'interno del gruppo dedicata all'ingegneria dei sistemi di difesa. Nella neo costituenda divisione dovrebbero confluire tutte le attività sistemistiche e di supporto logistico integrato della galassia Fincantieri – da quelle di SEASTEMA a quelle di ISSEL NORD. In questo quadro vanno lette anche le trattative, in stato molto avanzato, per l'acquisizione di Vitrociset (mai confermate né smentite dal gruppo), un'altra società con spiccate competenze nel campo delle applicazioni software. A margine della cerimonia il Dott. Bono parlando con RID ha affermato che Fincantieri punta ad enfatizzare il proprio ruolo di prime contractor offrendo un prodotto nave completo, "esattamente come Naval Group”, e maturando definitivamente un approccio totale al cliente.

anteprima logo RID Consegnato nuovo lotto di F-15SA

Il 23 luglio è partito il volo di trasferimento di un nuovo lotto di 5 cacciabombardieri tattici F-15SA (SAUDI ADVANCED, versione saudita dello STRIKE EAGLE) destinati all’Aeronautica saudita. 

anteprima logo RID Mini sottomarini per la Thailandia

Il 17 luglio il governo tailandese ha approvato uno stanziamento del valore di 5,7 milioni di dollari (193 milioni di baht), per lo sviluppo di un mini-sommergibile da 150/300 tonnellate, denominato CHALAWAN.