LEONARDO
RID Articoli Mese
Argomento Selezionato: Mare
anteprima logo RID Marine e diplomazia a Venezia

E' partito ufficialmente oggi a Venezia, nella straordinaria cornice dell'Arsenale nobilitata pure dalla presenza del VESPUCCI, l'11ª edizione del "Regional Seapower Symposium". Un'edizione da record, con 49 Marine rappresentate ai massimi livelli e che RID ha accompagnato con uno Speciale dedicato in Italiano ed in Inglese, e la consapevolezza per la Marina Militare, eccellente padrona di casa, di aver messo a disposizione di un vasto numero di Paesi, per usare le parole dell'Amm. Girardelli, "uno strumento di sinergia e collegamento" con il quale mettere a sistema informazioni, conoscenze, ecc. Proprio l'Amm. Girardelli ha aperto il Simposio ricordando l'importanza per la sicurezza ed il benessere della comunità internazionale nel suo insieme del mare e sottolineando il fatto che questo sia ormai il "secolo blu" e dell'economia connessa alle risorse del mare. Il libero e sicuro uso del mare, pertanto, è un global commons e come tale va considerato alla luce delle sfide e della minacce che lo stanno mettendo a rischio. In quest’ottica, la cooperazione tra le Marine e, più in generale tra enti istituzionali e attori non istituzionali e non governativi, è fondamentale per assicurare nell'interesse di tutti che certi rischi vengano minimizzati e che il mare sia fonte di benessere e progresso sociale anzichè di povertà e conflitti. Il Simposio è organizzato per sessioni di lavoro nelle quali si affrontano tematiche quali la sicurezza marittima, il capacity building, la maritime situtational awarenes, ecc.. Oltre a questo, in maniera collaterale al Simposio sono programmati anche altri importanti eventi, quali la prima riunione della Marine del G7 e la firma sulla "nota di accesso" da parte di Cile e Pakistan all'iniziativa VRTMC (Virtual Regional Maritime Traffic Centre ), di cui la Marina Militare è leader ed hub ospitando a Santa Rosa (CINCNAV) il centro di raccolta e di smistamento di tutte le informazioni sul traffico mercantile fornite dalle Marine aderenti. Domani è, inoltre, atteso il Ministro della Difesa Roberta Pinotti, mentre oggi è stata la volta della firma dell'accordo tecnico-militare tra la Marina Militare e quella del Qatar – firma apposta dall'Amm. Girardelli e dal Capo di Stato Maggiore della Marina del Qatar, Amm. Mohamed Bin Nasser Al Mohannadi – per la formazione e l’addestramento del personale qatarino destinato ad operare con la LPD ed i 2 OPV forniti dall'Italia (l'accordo relativo ai 4 corvettoni classe DOHA era già stata firmato), nonchè per tutto ciò che concerne l'assistenza tecnica ed il supporto delle navi. In definitiva, il Simposio si caratterizza come un importante esercizio di "diplomazia preventiva", che consente la scambio di informazioni ed esperienze, o, se si preferisce, come un prezioso forum di confidence building, pure tra Paesi che non possiamo certo considerare amici. Al Simposio, infatti, partecipano anche Marine come quella israeliana o quella iraniana, solo per citarne 2, ma potremmo continuare con la Marina Saudita oppure quella Marocchina e quella Algerina. Grande interesse ha suscitato la Marina Iraniana (la Marina regolare e non quella dei Guardiani), alla “prima” al Simposio, che era rappresentata al più alto livello, ovvero dal Comandante, Amm. Habibollah Sayyari, alla cui presenza a Venezia è stato dato grandissimo risalto sulla stampa del suo Paese. L'intervento di Sayyari, inserito nella sessione dedicata alle Maritime Security Operations, ha voluto rimarcare soprattutto come l'Iran sia attivamente impegnato sul fronte della sicurezza marittima - partecipando, per esempio, sin dal 2008 allo sforzo internazionale anti-pirateria nel Golfo di Aden – e sia interessato a ricercare se non proprie nuove forme di cooperazione, un maggiore coordinamento, soprattutto con i Paesi europei. Nel complesso, l'impressione è stata quella di un intervento molto soppesato ed equilibrato, da parte del rappresentante di un Paese che ha ben presente l'importanza del mare sia per la sua sicurezza sia per la sua prosperità. Non ha caso, Sayyari ha chiuso citando le parole della Guida Suprema Khamenei: "i benefici del mare sono per tutti, ma come può una nazione goderne? Con il potere marittimo". Più chiaro di così.

anteprima logo RID Le ultime 2 MINERVA per il Bangladesh

Nell’ambito del contratto di fornitura di 4 pattugliatori, Offshore Patrol Vessels (OPV), alla Guardia Costiera del Bangladesh (BCG), derivati dall’ammodernamento e conversione delle corvette della Classe MINERVA dismesse dalla Marina Militare, Fincantieri ha consegnato ieri le ultime 2 unità presso il cantiere di Muggiano (La Spezia). Si tratta delle navi URANIA e DANAIDE, rinominate KARAMUZZAMAN e MANSOOR ALI, che erano state radiate dalla flotta nazionale nel marzo 2016 e che erano giunte poco dopo nel bacino Fincantieri di Genova, dove hanno preso avvio i lavori di conversione, completati presso il Cantiere Integrato di Muggiano. Insieme a MINERVA e SIBILLA, rinominate SYED NAZRUL e TAJUDDIN e consegnate ad agosto 2016, queste unità costituiranno l’ossatura portante della flotta della Guardia Costiera del Bangladesh, con un prolungamento della vita operativa superiore a 20 anni.

anteprima logo Marina Italiana Fasan si addestra con la fregata indiana Trishul

ll 4 ottobre, terminata la sosta logistica nel porto di Gibuti, la fregata italiana classe FREMM (Fregate Europee Multimissione) Virginio Fasan, attualmente impegnata come nave bandiera dell'Operazione europea Atalanta per il contrasto alla pirateria in Corno d'Africa, ha condotto, nelle acque del Golfo di Aden, un'attività addestrativa combinata con la fregata indiana Trishul.

a cura della
anteprima logo RID L'Australia riceve il cacciatorpediniere Hobart

Finalmente è arrivato. Con circa 2 anni di ritardo sul cronoprogramma iniziale, il 23 settembre (tre mesi dopo la consegna amministrativa, avvenuta il 19 giugno) è infatti ufficialmente entrato in servizio con la Royal Australian Navy (RAN) il cacciatorpediniere da difesa aerea, ma con ampie capacità multiruolo, HOBART; capoclasse di un gruppo di 3 unità in costruzione dal 2012 e derivate dalle F-100 di Navantia, cui furono ordinate nel 2007 nell’ambito del programma SEA-4000. 

anteprima logo Marina Italiana Cambio alle Contromisure Mine

Oggi 2 ottobre alle ore 10:00, presso la Banchina Giovannini della Base Navale di La Spezia, si è svolta la cerimonia di avvicendamento al Comando delle Forze di Contromisure Mine ed Idrografiche tra il Contrammiraglio Enrico Pacioni, cedente, ed Il Contrammiraglio Davide Berna, subentrante. Il passaggio di consegne è stato presieduto dal Comandante in Capo della Squadra Navale, Ammiraglio di Squadra Donato Marzano. Il Contrammiraglio Enrico Pacioni ha ceduto il Comando dopo un anno, per assumere a Cagliari l’incarico di Comandante del Comando di Supporto Logistico della Marina, durante il quale ha preso parte a diverse attività operative, inclusa l’Operazione MARE SICURO, di cui ha appena ceduto il comando.

a cura della
anteprima logo RID LITTLE ROCK (LCS 9) delivered to the US Navy

Within the Littoral Combat Ship Program (LCS), the consortium consisting of Fincantieri, through its subsidiary Fincantieri Marinette Marine (FMM), and Lockheed Martin Corporation, today has delivered LITTLE ROCK (LCS 9) to the US Navy at FMM’s shipyard in Marinette, Wisconsin. LITTLE ROCK is part of a program started in 2010, which comprises 11 units, all fully funded, on top of the two units delivered before 2010 (FREEDOM - LCS 1 and FORTH WORTH - LCS 3). The Fincantieri and Lockheed Martin team is currently in full-rate production and has delivered five ships to the U.S. Navy to date. There are currently seven ships in various stages of construction at Fincantieri Marinette Marine, with one more in long-lead production. The construction contract for the LCS Program Freedom-variant was awarded to FMM in 2010, within the partnership by Lockheed Martin, global leader in the defense sector. Two LCS FREEDOM-variant vessels have been successfully deployed to the Western Pacific, the third and fourth have been delivered respectively in 2015 and 2016.