LEONARDOFincantieriAvio
RID Articoli MeseViaggiCorso FI
logo Esercito Italianoa cura dell'Esercito Italiano
RID - Rivista Italiana Difesa 07-03-2018 L'Esercito testa le forze afgane data: a cura di:

In vista delle prossime elezioni politiche in Afghanistan, ad Herat ha avuto luogo la prima esercitazione di coordinamento interforze volta a garantire il regolare svolgimento delle votazioni e la sicurezza dei seggi elettorali.

L'addestramento ha coinvolto circa 300 militari e poliziotti locali assistiti dagli istruttori del contingente dell'Esercito teso a testare le capacità raggiunte dall'Operation Coordination Centre Regional (OCCR) che gestirà tutte le forze "sul campo" deputate a garantire la sicurezza nelle giornate elettorali e la corretta applicazione delle procedure di Comando, Controllo e Comunicazione (C3). 

Lo scenario dell'esercitazione, prima nel suo genere in tutto il Paese, prevedeva l'assalto a due seggi elettorali, uno maschile ed uno femminile, e il sequestro di alcuni elettori per scoraggiare i votanti e per boicottare le stesse elezioni. L'intervento di due squadre delle forze speciali della polizia, e dell'esercito afgano con un suo team EOD, hanno mostrato l'elevato livello di professionalità raggiunto nell'applicazione delle procedure tecnico-tattiche di sicurezza dell'intera area, dell'irruzione negli edifici e della liberazione degli ostaggi.

L'esercitazione, nata dalla volontà degli advisor italiani, sarà replicata in tutte le province della regione ovest, con lo scopo di rendere i centri di coordinamento provinciale competenti nell'applicazione delle procedure di comando e controllo per garantire la sicurezza durante la libera espressione di voto del popolo afghano.

Le forze di sicurezza della regione ovest, stanno capitalizzando le attività di Train Advise and Assist (TAA) fornite dai militari del contingente italiano, dimostrando di essere all'altezza di poter pianificare e condurre azioni in autonomia garantendo elevati livelli di sicurezza in tutte le circostanze in cui sono chiamate ad operare.

Scopo principale della missione Resolute Support è quello di addestrare, assistere e consigliare le Forze di Sicurezza afgane per migliorarne la funzionalità e la loro capacità di autosostenersi.


Condividi su: