a cura della Rivista Italiana Difesa
Dieci miliardi in pi¨ per la Difesa data: 12-06-2017 a cura di: Pietro Batacchi

Inizierà in settimana in Commissione Bilancio del Parlamento la discussione sul Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che dà attivazione al cosiddetto "fondone" del MEF, previsto dall'ART. 1 Comma 140 della Legge di Bilancio 2017. La Commissione è chiamata esclusivamente a dare un parere. Il "fondone" comprende le risorse per il finanziamento di infrastrutture, trasporti, attività di risanamento del dissesto idro-geologico e messa in sicurezza dei territori, nonchè per il sostegno alle attività industriali ad alta tecnologia ed alle esportazioni. Si tratta di circa 46 miliardi di euro, da investire da qui al 2032, dei quali una parte significativa, circa 10 miliardi di euro, andrà alla Difesa. Grazie a questi fondi extra bilancio, la Difesa potrà finanziare importanti opere infrastrutturali e di rinnovamento, a cominciare dal completamento del cosiddetto Pentagono italiano a Centocelle, a cui dovrebbe andare un miliardo di euro, ma anche alcuni significativi programmi di procurement. La voce "attività industriali ad alta tecnologia e sostegno alle esportazioni", infatti, prevede per il Ministero della Difesa 5,3 miliardi di euro. In questo pacchetto rientrano, tra l'altro, i fondi per la nuova blindo pesante CENTAURO 2, per il veicolo ruotato da combattimento FRECCIA Seconda Brigata, per il completamento dell'acquisizione delle fregate FREMM e per nuovi programmi di procurement. E' il caso dell'acquisizione dei 4 elicotteri Boeing CH-47 ER (Extended Range) per le forze speciali dell'Esercito, alla quale dovrebbero andare circa 400 milioni di euro, e dell’avvio del programma per il sistema sup-aria MBDA CAMM ER chiamato a rimpiazzare i sistemi a base ASPIDE di Esercito ed Aeronautica.


Condividi su: