LEONARDO
RID Articoli Mese
logo Esercito Italianoa cura dell'Esercito Italiano
RID - Rivista Italiana Difesa 05-12-2016 Termina la “Summer Tempest 2016” Sperimentate le nuove tecnologie digitali per la gestione delle operazioni data: a cura di:

Si è conclusa l’esercitazione “Summer Tempest - 2016”, attività volta a verificare le capacità di impiego delle unità in combattimento, pianificando l'esecuzione dell'intero spettro delle operazioni militari e testare i sistemi digitalizzati di comando e controllo del programma Forza NEC (Network Enabled Capability). L’esercitazione è stata condotta in due fasi successive: il Command Post Exercise (CPX) a Solbiate Olona (VA) che ha avuto lo scopo di verificare la capacità del Nato Rapid Deployable Corps Italy (NRDC-ITA) nella pianificazione e condotta di operazioni ad elevata intensità quale Land Component Command (LCC), componente terrestre della nuova "enhanced" NATO Response Force (eNRF), uno strumento militare di reazione rapida "avanzato" che, per velocità di intervento e capacità operative schierabili, consente all'Alleanza di fronteggiare qualsiasi minaccia in risposta alle crisi con tempi di schieramento brevissimi. La fase LIVEX condotta a Capo Teulada si è sviluppata attraverso una serie di simulazioni di schieramento e di impiego a fuoco delle unità in differenti scenari operativi, per affinare le capacità di esecuzione delle diverse modalità d’intervento, testare le procedure tecnico tattiche delle diverse specialità d’arma dell’Esercito e sperimentare le nuove tecnologie digitali per la gestione delle operazioni. La Brigata Ariete si è esercitata quale Very High Readiness Joint Task Force (VJTF), componente terrestre chiave dell’eNRF. Il compito della VJTF sarà quello di assicurare la prima e immediata risposta della NATO a possibili minacce, con la capacità di schierare l'intero dispositivo militare tra i 5 e i 15 giorni dal preavviso d'ordine. Circa 3000 gli uomini e le donne dell’Esercito impiegati nel corso dell’esercitazione. Oltre ai tradizionali carri Ariete e ai pezzi d’artiglieria, sono stati impiegati i veicoli da combattimento Dardo, Freccia, elicotteri d’attacco come il Mangusta e unità mortai, che hanno evidenziato, nel complesso, la notevole capacità di cooperazione tra unità carri, artiglieria, unità di supporto aereo e di fanteria. Nell’ambito delle attività connesse con la Campagna di Sperimentazione Tecnico Tattica del programma “Forza NEC” sono stati testati e integrati, nei diversi veicoli da combattimento, i sistemi digitalizzati di comando e controllo. Numerose le autorità civili e militari presenti, tra cui il Generale di Corpo d’Armata Riccardo Marchiò, Comandante del Comando delle Forze Operative Terrestri e Centro Operativo Esercito, il Direttore degli Armamenti Terrestri, Tenente Generale Francesco Castrataro e il Comandante di NRDC-ITA, Generale di Divisione Roberto Perretti. Lo svolgimento dell’esercitazione ha visto, contestualmente, lo svolgimento di altri principali eventi addestrativi quali la “Eagle Meteor”, “Stupor Mundi”, “Shardana”,“Circe”, “Galileo”, “CBRN” e “Muflone”. La Forza Armata ha aperto la partecipazione all’evento a diversi Paesi Partner ed Alleati quali US Army Europe (USAEUR) e la Slovenia che hanno partecipato alla fase LIVEX con i loro assetti tattici. La notizia con la fotogallery completa è raggiungibile al link: www.esercito.difesa.it


Condividi su: