LEONARDO
RID Articoli Mese
logo RIDa cura della Rivista Italiana Difesa
RID - Rivista Italiana Difesa 06-10-2016 Allo IAI si parla del Libro Bianco tedesco data: a cura di:

Il 5 ottobre l’Isituto Affari Internazionali ha organizzato, presso la propria sede romana e su iniziativa del Vice residente, il Generale Vincenzo Camporini, un evento in cui sono state approfondite le tematiche relative al Libro Bianco della politica di sicurezza della Germania. Al seminario è intervenuto il Dott. Fritz Felgentreu, vice portavoce SPD della Commissione Difesa del Parlamento tedesco. Principale argomento di discussione, ovviamente, il nuovo libro bianco tedesco, pubblicato lo scorso luglio, facendo seguito al documento del 2006, che definisce, per i prossimi 10 anni, la politica di sicurezza e difesa e il ruolo che la Germania intende assumere nel contesto strategico internazionale, nonchè il futuro delle Forze Armate tedesche. Tra i vari argomenti trattati, particolarmente interessante la classificazione delle principali minacce evidenziate dal libro bianco, tra cui spiccano Russia, terrorismo internazionale e cyberwarfare. Come detto, è stato trattato anche il tema relativo alla ristrutturazione delle FA tedesche, in base alle nuove missioni e capacità richieste. In particolare, il nuovo Bundeswehr dovrà subire un incremento di in termini numerici (+ 20%) e di capacità, investendo pesantemente nella tecnologia, soprattutto per contrastare la minaccia cibernetica, ma anche negli equipaggiamenti. In tal senso va letta la volontà del Ministro della Difesa Ursula Von der Layen di stanziare 130 mld di euro fino al 2030, con un investimento annuo di circa 9 mld, stabilità economica permettendo. Tornando alla minaccia cibernetica, entro il 2023 è prevista la creazione del KdoCIR - Kommando Cyber und Informationsraum - un nuovo dipartimento dedicato alla cyber information security che vedrà la stretta collaborazione tra Ministero della Difesa e degli Interni.


Condividi su: