LEONARDO
RID Articoli Mese
Argomento Selezionato: Cielo
anteprima logo RID Boeing studia un nuovo APACHE

La Boeing sta testando un nuovo concept che prevede consistenti modifiche alla struttura degli elicotteri d’attacco AH-64E APACHE GUARDIAN per garantirne un sensibile miglioramento delle prestazioni a fronte di una minore resistenza aerodinamica. 

anteprima logo RID Primi test di sgancio per il GRIPEN E

Durante la scorsa settimana uno dei 3 velivoli monoposto JAS-39E GRIPEN E utilizzati per prove e valutazioni – in questo caso si è trattato del velivolo con matricola 39-8 - ha completato con successo i primi test per verificare la corretta procedura di sgancio di carico subalare e di lancio di armamento presso il Vidsel Test Range (Svezia settentrionale). La prima prova ha riguardato lo sgancio di un serbatoio di carburante, mentre quella successiva il lancio di un missile aria-aria a guida infrarossa IRIS-T. Oltre alla verifica delle procedure di sgancio, i test sono serviti per valutare il comportamento dell’aereo in volo in caso di trasporto di carichi esterni e, ovviamente, l’effetto del rilascio di questi ultimi sulla piattaforma, elementi di valutazione fondamentali per l’ottenimento della piena operatività del JAS-39 E in vista della consegna alle Aeronautiche di Svezia (60 aerei con opzione per altri 10) e Brasile (28 velivoli, con opzione per ulteriori 72), con quest’ultimo che riceverà anche 8 apparecchi nella versione biposto JAS-39F in via di sviluppo nel paese sudamericano con la collaborazione della Embraer. Tali test, preceduti da quelli riguardanti le manovre a velocità supersoniche con trasporto di carchi esterni agli 8 piloni subalari, prodotti dall’azienda svizzera RUAG Aerostructures (serbatoi carburante, missili, bombe e pod), effettuati lo scorso luglio, rappresentano uno degli ultimi passi del programma valutativo del GRIPEN E e fanno parte del programma di integrazione armamenti sul velivolo.

anteprima logo RID Quale, o quali, caccia per l'Europa?

In questi mesi l'Europa si appresta a compiere scelte decisive per il futuro della sua industria aerospaziale.

anteprima logo RID CAEX II-2018 a Teulada

Era complessivamente soddisfatto il Comandante dell’Aviazione dell’Esercito, Gen. B. Paolo Riccò, al termine della prima delle 2 esercitazioni che rappresentano la fase “live” della CAEX II-2018

anteprima logo RID Per ora niente tagli all'F-35

In attesa di capire gli esiti dello studio di rimodulazione condotto dal gabinetto del Ministero della Difesa, il programma F-35 procede per ora regolarmente e quest'anno riceve un finanziamento di 745 milioni di euro che saliranno a 766 milioni nel 2019 ed a 783 milioni nel 2020. Lo apprendiamo dal DPP 2018-2020 appena approntato dalla Difesa e che in questi giorni verrà trasmesso al Parlamento. Il documento era stato messo a punto dal Ministro Pinotti, ma lo staff del Ministro Trenta lo ha rivalutato e modificato in alcune aree anche se la pianificazione finanziaria è stata in larga parte mantenuta. Vedremo poi quali saranno le conseguenze dei tagli (500 milioni sul bilancio ordinario, ai quali ne vanno aggiunti altrettanti, se non di più, sui bilanci di MEF e Mise) previsti dall'attuale manovra sul bilancio difesa 2019 e sul proseguo dei programmi di acquisizione. Al momento però è impossibile stabilirlo ed elementi certi non ve ne sono. Per quanto riguarda il programma F-35, finora l'Italia si è impegnata all'acquisto di 27 velivoli tra ordini fermi (fino al LRIP 11) ed acquisizione dei materiali a lunga durata (fino al LRIP 14).

anteprima logo RID Il Belgio sceglie l’F-35?

Secondo diverse fonti di stampa il Governo belga avrebbe scelto l’F-35 per il rimpiazzo della flotta di F-16 attualmente in servizio. Se confermata, tale scelta sarebbe in linea con quella compiuta dall’Olanda, con cui esiste una tradizionale e solida partnership nel campo della difesa e del procurement, ma rappresenterebbe un duro colpo per Parigi che aveva messo sul piatto un’offerta molto articolata e invitante (compreso il suo legame con il futuro caccia franco-tedesco), basata sul RAFALE, mentre in questa partita il consorzio Eurofighter con il TYPHOON appariva più defilato. Il requisito belga comprende 34 caccia destinati a rimpiazzare 59 F-16AM/BM Block 20. Questi ultimi, acquisiti nel periodo 1979-1985, e portati allo standard Block 20 dopo un aggiornamento di mezza vita (MLU) avvenuto tra il 1991 e il 1997, dovrebbero iniziare ad essere ritirati nel 2023 - quando gli F-16 più usurati raggiungeranno il limite delle 8.000 ore di volo - con completamento del ritiro previsto nel 2028.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>