LEONARDO
RID Articoli Mese
Notizie a cura dell'Aeronautica Militarelogo Aeronautica Militare
anteprima logo Aeronautica Italiana Kindu, celebrato il 55° anniversario dell’eccidio

In occasione della ricorrenza della tragedia di Kindu, la salma del S.M. Nicola Stigliani, uno dei Tredici Caduti, è stata traslata da Potenza a Pisa.

In occasione del 55° anniversario dell’Eccidio di Kindu, il Sergente Maggiore Nicola Stigliani, caduto nell’ex Congo belga mentre partecipava ad una missione che l’Aeronautica Militare stava compiendo per conto dell’ONU, si è ricongiunto quest’oggi ai suoi commilitoni, a distanza di cinquantacinque anni dalla tragedia. Dal 11 novembre 2016, l’Elettromeccanico di Bordo della 46ª Brigata Aerea riposa presso il Sacrario di Kindu, a Pisa, nel tempio che proprio in memoria dei Tredici Caduti dell'11 Novembre 1961 fu eretto in seguito ad una sottoscrizione popolare.
Per espressa volontà della famiglia, la Medaglia d'Oro al Valore alla Memoria Nicola Stigliani, è stato infatti traslato a Pisa dal cimitero di Potenza, dove ha riposato per tutti questi anni, affinchè si riunisse ai suoi colleghi, tutti accomunati dallo stesso tragico destino mentre compivano il loro dovere al servizio del Paese. 
 
Alla cerimonia di tumulazione ed alla successiva S. Messa, hanno partecipato le famiglie dei Caduti e le autorità civili e militari della città di Pisa. Inoltre, la presenza del Comandante della Squadra Aerea, Generale di Squadra Aerea Franco Girardi e del Comandante delle Forze di Supporto e Speciali, Generale di Divisione Aerea Roberto Boi hanno testimoniato la riconoscenza e sentita vicinanza del vertice dell'Aeronautica Militare  ai suoi 13 Caduti e alle relative famiglie. Il Comandante della 46ª Brigata Aerea, Generale di Brigata Aerea Achille Cazzaniga, ha ricordato che “giornate come questa danno un senso al sacrificio di chi è Caduto e ci ricordano la nostra essenza, il nostro DNA di servitori dello Stato. Per questo ringrazio tutti di essere qui per salutare Nicola Stigliani che ora è in compagnia dei suoi commilitoni dopo tanti anni”. Il Comandante della 46^ ha successivamente ricordato, insieme a tutti i presenti, tutti i nomi dei Caduti di Kindu, uno ad uno, concludendo le celebrazioni.
 
a cura dell'
anteprima logo Aeronautica Italiana INAUGURATO L’ANNO ACCADEMICO DEGLI ISTITUTI AM
“Orgoglioso per un’occasione così prestigiosa che conferma la straordinaria professionalità dell’Aeronautica Militare, vanto del nostro Paese. Auguro buon anno a tutte le Allieve e gli Allievi”.
 
Nella dedica che il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha lasciato sull’albo d’onore dell’Aeronautica Militare in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico 2016/2017 degli Istituti di formazione, c’è la sintesi dell’importanza dell’evento odierno. La formazione, completata con l’addestramento, costituisce infatti il presupposto indispensabile per l’impiego. Il cosiddetto “fattore umano” è, infatti, un elemento indispensabile nell’architettura della Difesa.
 
Alla cerimonia dell’inaugurazione dell’Anno Accademico hanno preso parte, oltre al presidente del Consiglio Matteo Renzi, e al Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Squadra Aerea, Enzo Vecciarelli, il Comandante delle Scuole, Generale di Squadra Aerea Fernando Giancotti e il Comandante dell’Accademia Aeronautica, Generale di Divisione Aerea Nicola Lanza de Cristoforis. 
 
 
a cura dell'
anteprima logo Aeronautica Italiana Trasporto d'urgenza da Ponza a Latina

Un uomo di vent’anni, in imminente pericolo di vita a causa di un grave trauma, è stato trasportato urgentemente a bordo di un elicottero dell’85° Centro SAR di Pratica di Mare all’ospedale di Latina.

Intorno alle 20:00 di sabato 5 novembre, su richiesta della prefettura di Latina, è decollato dall'aeroporto di Pratica di Mare un elicottero HH-139 dell’85° Centro SAR, per prelevare sull’isola di Ponza un cittadino rumeno di vent’anni, vittima di un grave trauma e bisognoso di cure in tempi rapidi.
L’elicottero ha prima effettuato uno scalo presso l’aeroporto di Latina, dove ha caricato una equipe medica per assistere l’infortunato. 
Giunto sull’isola di Ponza e caricato a bordo il traumatizzato, l’aeromobile ha fatto poi ritorno all’aeroporto di Latina, dove alle ore 21:40 ha scaricato il paziente e l’equipe, che si sono diretti immediatamente alla struttura ospedaliera per prestare le cure necessarie. 
L’aeromobile ha poi fatto ritorno alla base.

Leggi la news completa sul sito dell'Aeronautica Militare

a cura dell'
anteprima logo Aeronautica Italiana Sostegno dell'AM nelle aeree colpite dal sisma

L'Aeronautica Militare, in sinergia con le altre Forze Armate, continua a sostenere le aree terremotate con mezzi speciali ed uomini. 

A poche ore dal nuovo sisma che ha colpito il comune di Norcia e le aree limitrofe , un elicottero HH-139 del 31° Stormo di Ciampino, era già in volo per effettuare le prime ricognizioni dall'alto e trasportare sul posto i primi team di valutazione della Protezione Civile.

 L'Aeronautica Militare è infatti impegnata, insieme alle altre Forze Armate, con personale, mezzi ed elicotteri, sui luoghi colpiti dal sisma per fornire il contributo richiesto dalla Protezione Civile.

L'aiuto e soccorso alle popolazioni è  reso disponibile da mezzi ed equipaggi specializzati nel soccorso aereo  e pronti ad intervenire su tutto il territorio nazionale e in qualsiasi condizione operativa, come ad esempio HH-139 pronto a partire dal 85° Centro CSAR (Combat Search and Rescue)di Cervia . con questi assetti sarà possibile assicurare anche gli gli interventi di trasporto di personale e di materiali anche di notte grazie all'impiego di speciali visori notturni. 

Gli atterraggi e decolli dei numerosi mezzi aerei impegnati nell'emergenza nella eli-superfice  presso Amatrice sono gestiti  in sicurezza dalla torre di controllo mobile e da un team avanzato appartenente al 3° Stormo di Villafranca (VR). Il reparto  ha il compito e le capacità per intervenire in tempi rapidissimi sia sul territorio nazionale che all'estero ed effettuare tutte le predisposizioni necessarie per mettere i reparti operativi della Forza Armata nelle condizioni di operare al meglio.

Leggi la news completa sul sito dell'Aeronautica Militare  

a cura dell'
anteprima logo Aeronautica Italiana Nuovo "Record" per gli Eurofighter dell'AM

4 velivoli F-2000 del 18° Gruppo volano a 1800 miglia da Trapani senza supporto manutentivo.


Nel tardo pomeriggio di venerdì 21 ottobre, 4 velivoli F-2000 del 18° Gruppo Caccia del 37º Stormo, sono rientrati a Trapani Birgi dopo 4 giorni di attività di cooperazione internazionale denominata EAG (European Air Group) che si è svolta presso la Base Aerea di Gando (Gran Canaria).

 

I 4 Eurofighters, partiti da Trapani nella mattinata di martedì 18 ottobre, lungo la rotta hanno ricongiunto con un KC-767A del 14° Stormo di Pratica di Mare che li ha riforniti durante le quattro ore e mezza di traversata, lunga ben 1800 miglia nautichee. Durante la permanenza alle Canarie, gli equipaggi hanno svolto missioni congiunte DACT (Dissimilar Air Combat Training) con gli F-18 stanziati presso la Base Aerea di Gando.

 

Leggi la news completa sul sito dell'Aeronautica Militare


a cura dell'
anteprima logo Aeronautica Italiana I TORNADO ECR si addestrano da Ghedi

Il 27 settembre 2016, dalla base di Ghedi (BS), sede del 6° Stormo dell’Aeronautica Militare, si sono alzati in volo i primi due Tornado ECR (Electronic Combat Reconnaissance) del neo-assegnato 155° Gruppo “Pantere Nere”. Si tratta della prima missione addestrativa decollata dalla base dei Diavoli Rossi con capacità SEAD (Suppression of Enemy Air Defence).

Le Pantere Nere fanno parte dell’organico del 6° Stormo dal 14 settembre scorso, all’indomani della soppressione del 50° Stormo di San Damiano e del collocamento in posizione quadro del 156° Gruppo Volo.

 

Leggi la notizia completa sul sito dell'Aeronautica Militare   

a cura dell'