LEONARDO RID Articoli Mese Fincantieri Viaggi
Argomento Selezionato: Cielo
anteprima logo RID Un ibrido tra F-22 ed F-35 per il Giappone

Secondo fonti della Difesa giapponese citate dal quotidiano Asahi, Lockheed Martin vorrebbe sviluppare assieme al Giappone un caccia da combattimento derivato dall'F-22 e dall'F-35 per concorrere a soddisfare il requisito nipponico per la realizzazione di un caccia nazionale, programma F-3, da affiancare all'F-35 Come noto il Giappone ha inviato di recente ad alcune aziende europee, tra cui anche la BAE Systems, oltre che la stessa Lockheed Martin, una richiesta di informazioni per partecipare allo sviluppo - fornendo assistenza, supporto e trasferimento tecnologico - del futuro caccia F-3. Tokyo sembra così incontrare delle difficoltà a portare avanti il progetto secondo quelli che erano gli intendimenti iniziali che prevedevano solo una limitata fornitura di assistenza da parte di un’azienda straniera. Ricordiamo che, proprio per minimizzare i rischi in questo campo, la Difesa giapponese aveva lanciato il programma ATD-X (Advanced Technology Demonstrator), poi X-2 SHINSHIN, il cui dimostratore aveva effettuato il volo inaugurale nell’aprile del 2016 e che di recente dovrebbe aver concluso la sua campagna di test in volo. Evidentemente i risultati di tali test non sembrano essere stati soddisfacenti.

anteprima logo RID Un nuovo missile ipersonico per gli USA

Lockheed Martin ha ricevuto un contratto da quasi un miliardo di dollari per progettare, prototipizzare ed integrare su velivolo un nuovo missile ipersonico aria-superficie. L'ordigno, che avrà una velocità supereroe ai Mach 5 ed una testata convenzionale, dovrà essere capace di attaccare bersagli ad alto contenuto con la massima precisione "bucando" difese estremamente sofisticate. Altre caratteristiche fondamentali dovrebbero riguardare la bassissima rilevabilità e, presumibilmente, l'adozione di una porzione di intelligenza artificiale. Lockheed Martin ha battuto la concorrenza di altre 2 aziende non specificate che, tuttavia, dovrebbero essere Boeing (nella foto il il prototipo di veicolo supersonico X-51A WAVERIDER) e Raytheon.

anteprima logo RID L'F-35C prosegue i test in vista della IOC

Tra gli scorsi 17 e 21 marzo, la portaerei americana USS ABRAHAM LINCOLN ha completato le qualifiche di appontaggio e decollo – le cosiddette FCQ (Fleet Carrier Qualifications) della variante da portaerei F-35C.

anteprima logo Aeronautica Italiana Estonia: nuovi scramble per gli Eurofighter

Decollati dall'Aeroporto di Ämari, i Typhoon italiani hanno intercettato in volo un velivolo russo che attraversava lo spazio aereo dell'Estonia senza autorizzazione.

a cura dell'
anteprima logo RID Un nuovo MPA da Francia e Germania

Continua a rafforzarsi il rapporto bilaterale in materia di Difesa tra Francia e Germania dopo che la Marina Tedesca ha annunciato il lancio di una nuova iniziativa tra i 2 Paesi, denominata Maritime Airborne Warfare System, per lo sviluppo di un nuovo MPA con il quale rimpiazzare P-3C ORION (nella foto) ed ATLANTIC 2. Un LOI (Letter Of Intent) dovrebbe essere firmata dai 2 Ministri della Difesa Florence Parly e Ursula von der Leyden nel corso del salone ILA, che si svolgerà tra 2 settimane a Berlino. Ricordiamo che pure la NATO ha lanciato lo scorso anno un'iniziativa in questo contesto denominata  “Cooperation on Multinational Maritime Multi Mission Aircraft Capabilities.”

anteprima logo RID FALCO 48: il nuovo UAV di Leonardo

Stanno emergendo i primi dettagli sul nuovo UAV di Leonardo FALCO 48, la cui esistenza è stata svelata per la prima volta in occasione della presentazione del piano industriale dell’azienda avvenuta a fine gennaio. Si tratta di un UAV nella categoria leggera dei MALE (Medium Altitude Long Endurance) con un peso massimo al decollo di 1.250 kg, un’apertura alare di 19 m ed un payload di 200 kg, pensato soprattutto per il mercato dell'export. Il velivolo, prodotto negli stabilimenti di Ronchi dei Legionari, è in grado di svolgere compiti che vanno dalla sorveglianza e la ricognizione, al pattugliamento marittimo, passando per l’anti-pirateria e la protezione dei confini. Il design potrà evolvere pure in una configurazione armata – a seconda delle richieste del cliente – essendo già predisposto per portare i necessari piloni sia sotto le ali che in posizione ventrale al di sotto della fusoliera. Per quanto riguarda gli equipaggiamenti, il sistema di missione è una variante dello SKYISTAR, che Leonardo ha sviluppato pure per il P1HH HAMMERHEAD, mentre il sensore principale è il radar di sorveglianza in banda X GABBIANO T-80 (con capacità SAR, ISAR e GMTI). Il velivolo sta al momento completando l’integrazione in vista dell'avvio della campagna di test in volo con un primo prototipo previsto entro la fine dell’anno.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>