LEONARDO
RID Articoli Mese
Argomento Selezionato: Geopolitica
anteprima logo RID Accordo di Skhirat: un passo avanti per la Libia?

Lo scorso 17 dicembre, nella città marocchina di Skhirat, i delegati del Congresso Nazionale Generale di Tripoli e quelli del Parlamento di Tobruk hanno firmato l'accordo per la creazione di un governo di unità nazionale, seguendo il piano proposto dalle Nazioni Unite. Una firma che potrebbe rappresentare un ulteriore passo verso la difficilissima pacificazione della Libia. Un paese che, di fatto, a 4 anni dalla rivoluzione che ha spodestato Gheddafi e dopo un anno e mezzo di guerra civile, continua ad essere diviso in zone di influenza sostanzialmente sotto il controllo di milizie che non sempre rispondono ai 2 governi di Tobruk (internazionalmente riconosciuto) e Tripoli

anteprima logo RID Sicurezza nel Mediterraneo: parliamone

L’intensificazione delle operazioni militari in Siria, anche dalla portaerei francese CHARLES DE GAULLE e dalla base britannica di Akrotiri a Cipro, confermano ulteriormente l’importanza del tema della sicurezza nel Mediterraneo - se mai ce ne fosse bisogno dopo 2 anni di crisi migratoria che per l’Italia ha avuto soprattutto una dimensione marittima, dopo 4 anni di anarchia in Libia, e dopo la crescente ondata di attacchi terroristici in tutta la “regione euro-mediterranea”

anteprima logo RID La guerra civile nello Yemen

Dallo Yemen giungono in queste ore notizie che parlano di una fuga via mare del presidente Abdo Rabbo Mansour Hadi dal suo rifugio di Aden, fuga resasi necessaria dopo la conquista di una parte della città da parte delle milizie Houthi. Poche ore dopo, le Forze Armate Saudite hanno effettuato i primi raid aerei contro postazioni dei ribelli sciiti in tutto il Paese e rischierato un numero “significativo” di truppe corazzate e artiglieria lungo il proprio confine meridionale, qualora si paventasse l’ipotesi di un intervento anche terrestre da parte saudita

anteprima logo RID Libia: stallo a Rabat

L’inviato speciale delle Nazioni Unite, Bernardino Leon, ha passato gli ultimi 4 mesi cercando di portare le diverse fazioni del panorama politico libico (l’ex CNG di Tripoli e il Governo internazionalmente riconosciuto di Tobruk) intorno ad un tavolo, per negoziare un trattato di pace che ponesse fine alla guerra civile dando vita ad un governo in grado di tenere unito il Paese, stabilizzarlo e renderlo destinatario affidabile di aiuti/assistenza da parte della Comunità Internazionale

anteprima logo RID Si combatte sul Golan

Un soldato spagnolo della missione UNIFIL e 2 soldati israeliani, appartenenti alla Brigata Givati, sono morti dopo un bombardamento di Hezbollah contro un convoglio di veicoli dell’Esercito israeliano nei campi Shebaa.

anteprima logo RID In Libia continua la guerra

Negli ultimi 3 mesi lo scenario libico è divenuto, se possibile, ancor più complesso. A Tripoli è proseguita la battaglia tra le milizie islamiche di Misurata e quelle di Zintan, fedeli al Generale Haftar, per il controllo dell'aeroporto internazionale, o di ciò che ne resta, e delle principali vie d'accesso all'aerostazione.

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>