LEONARDO
RID Articoli Mese
Argomento Selezionato: Difesa
anteprima logo RID Lo ZIRCON pronto nel 2019?

Secondo indiscrezioni il prossimo anno inizieranno le prove con le unità della Marina Russa del missile ipersonico antinave da crociera 3M22 ZIRCON

anteprima logo RID Via ai lavori sulla 3ª portaerei cinese

Secondo quanto comunicato da fonti vicine alla Difesa cinese, nei mesi scorsi sarebbero partiti i lavori di costruzione delle prime parti della nuova portaerei cinese nei cantieri Jiangnan di Shanghai.

anteprima logo RID P-8 e nuovi radar per la Corea del Sud

La Corea del Sud sarebbe decisa ad acquistare 2 sistemi early-warining-radar GREEN PINE Block-C.

anteprima logo RID Difesa: novità sui tagli

Iniziano a definirsi con maggiore chiarezza i contorni degli annunciati tagli alla Difesa previsti con la Legge di Bilancio 2019. Grazie alle schede e alle note tecniche approntati dagli uffici studi parlamentari, infatti, è stato possibile fare un quadro più preciso che, a meno di revisioni in sede di esame parlamentare, vedrà la Difesa nel suo complesso perdere il prossimo anno 372 milioni di euro: 254 milioni di bilancio ordinario e 118 milioni di bilancio MiSE. In parte saranno tagli veri e propri, in parte frutto della cosiddetta “flessibilità orizzontale” che vedrà spostare agli esercizi successivi al 2019 alcune voci di spesa. Al bilancio ordinario della Difesa verranno tolti 60 milioni più altri 25 milioni dovuti alla riduzione del fondo per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale (“fondone”), previsto dalle Legge di Bilancio 2017, mentre 170 milioni sono sono frutto della flessibilità orizzontale e andranno in toto a a colpire gli investimenti in procurement. Per quanto riguarda, invece, il MiSE i 118 milioni di euro in questione sono interamente dovuti alla flessibilità orizzontale: 40 milioni sul programma FREMM, 38 milioni sul programma Eurofighter, ed altri 40 milioni sulla Legge 808 che finanzia la ricerca e sviluppo per l’accrescimento di competitività delle industrie operanti nel settore aeronautico. Nel complesso verranno ridimensionati, pertanto, sopratutto gli investimenti nell'acquisizione di nuovi armamenti, con gravi ripercussioni sull’industria e sul tessuto occupazionale del Paese, mentre le spese per il personale aumenteranno (a fronte della contrazione degli organici prevista dalla Legge Di Paola) ed altre voci di spesa anacronistiche e improduttive, come l'Ausiliaria, non verranno toccate.

anteprima logo RID Difesa: il punto sui tagli

Da quanto si apprende dalla bozza definitiva di Legge di Bilancio 2019, le spese militari verranno ridotte di 60 milioni di euro l'anno a partire dal 2019 e di ulteriori 531 milioni di euro nel periodo 2019-2031. In questo caso si tratta degli stanziamenti per la Difesa previsti dal fondo per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese (il cosiddetto “fondone”), attivato dalla Legge di Stabilità 2017 (Art. 1 Comma 140). Nel complesso, dunque, si tratta di una riduzione di un centinaio di milioni all'anno. Ricordiamo che per la Difesa il “fondone” - che copre l’arco temporale compreso tra il 2017 ed il 2033 – prevede ad oggi un totale di 9,3 miliardi di euro: 3,5 miliardi a valere sul bilancio del MiSE ed i restanti a valere sul bilancio ordinario della Difesa.  Importante sottolineare pure che il "fondone" già quest'anno aveva consentito l'avvio di alcuni nuovi programmi di acquisizione fondamentali per le Forze Armate come, per esempio, la nuova nave da soccorso sommergibili, il missile antinave-land attack TESEO MK2/E e gli elicotteri ad autonomia estesa per le forze speciali.

anteprima logo RID Passi avanti per il Future Vertical Lift

L'US Armyha sollecitato l'industria della difesa a presentare, entro dicembre 2018, le proposte per un prototipo di un elicottero leggero da ricognizione armata

  1 2 3 4 5 6 7 8 Next >>