LEONARDO
RID Articoli Mese
anteprima logo RID Nave ALPINO a Boston

La fregata tipo FREMM della MARINA Militare ALPINO (quinta della serie e quarta in variante antisom) è arrivata al Black Falcon Cruise Terminal di Boston dove sosterà fino al 12 giugno. Si tratta della 4ª tappa dell’unità nell’ambito della sua campagna in Nordamerica, di cui RID è media partner. La campagna rappresenta un importante esercizio di naval diplomacy ed un occasione di confronto con le Marine amiche ed alleate, utile a mantenere elevati livelli di addestramento ed interoperabilità. In tale ambito si inquadra anche l’importante attività tesa a mostrare e far conoscere le capacità operative dell’Unita a favore di delegazioni composte da membri del congresso degli Stati Uniti ed ufficiali della US Navy nell’ambito del processo informativo per la definizione , da parte della US Navy, di una nuova classe di fregate (programma di acquisizione statunitense denominato Future Frigate Program FFG(X) destinata a colmare il gap capacitivo tra le Littoral Combat Ship (LCS) e le unità classe ARLEIGH BURKE. Tale iniziativa di proiezione marittima e naval diplomacy rientra nel più ampio progetto che mira a “fare sistema”, integrando le capacità operative dell’equipaggio con i moderni sistemi di fabbricazione italiana imbarcati su nave ALPINO, costruita da FINCANTIERI, sponsor unico e partner della campagna.

a cura di
anteprima logo RID Australia:nuovi pattugliatori per alleati

Il 31 maggio, i cantieri navali australiani Austal di Henderson hanno varato il GUARDIAN, primo di 21 guardacoste tipo Pacific Patrol Boats (PPB-R, progetto SEA-3036) destinati a 13 paesi della regione Pacifico-Oceania, alleati dell’Australia, che ne supporta da tempo le capacità di controllo degli spazi marittimi.

a cura di
anteprima logo RID L'Esercito ospita l'astronauta Nespoli

Venerdì 8 giugno presso la Biblioteca Centrale Militare di Palazzo Esercito a Roma, si è tenuta la conferenza dell’astronauta Paolo Nespoli intitolata “La spedizione 53 sulla Stazione Spaziale Internazionale: avamposto umano nello spazio”.

a cura di
anteprima logo RID La NATO ufficializza 2 nuovi Comandi

Oggi e domani si svolge a Bruxelles la riunione tra i Ministro della Difesa NATO, durante la quale si discuterà di budget per la difesa e dell'adattamento della Nato, con l'accordo sul collocamento di due nuovi Comandi dell'Alleanza negli Usa e in Germania.

a cura di
anteprima logo RID Gli F-35 dell'AM si addestrano con la USN

Dal 28 maggio al 7 giugno, il gruppo di volo (Carrier Air Wing 1) della portaerei americana USS HARRY S. TRUMAN, ha svolto attività addestrative congiunte con l’Aeronautica Militare. 

a cura di
anteprima logo Esercito Italiano NRDC-ITA: al via la Eagle Ghost 2018

NRDC-ITA inizia una nuova esercitazione di pianificazione per mantenere e consolidare le capacità acquisite.

a cura di
anteprima logo RID I RAPTOR tornano a Kadena

Dal 29 maggio l’USAF ha rischierato un distaccamento di 4 caccia F-22 RAPTOR presso la base aerea giapponese di Kadena, sull’isola di Okinawa, che aveva già ospitato tali velivoli nel 2014. 

a cura di
anteprima logo RID EURODIRQM: il nuovo DIRCM europeo

In occasione di EW Europe 2018, che si sta svolgendo a Losanna, Elettronica e Indra hanno lanciato un nuovo DIRCM (Direct Infrared Counter Measures) basato su tecnologia QCL (Quantum Laser Cascade) e denominato EURODIRQM, dove la Q, appunto, sta ad indicare il richiamo alla tecnologia QCL. Il sistema è completamente Itar-Free e costituisce uno sviluppo che consente all'Europa di essere sovrana su una tecnologia ad alto contenuto strategico come quella in questione, adatta per la protezione sia di piattaforme ad ala rotante che di piattaforme ad ala fissa (compresi i fast jet) dalla minaccia rappresentata dai missili spalleggiabili. L'EURODIRQM sfrutta la tecnologia laser a cascata quantica che, rispetto ai tradizionali laser in fibra su cui si basano gli attuali DIRCM, garantisce maggiore potenza, direttività e selettività dell'emissione e minori consumi, e permette di contrastare, in combinazione con le flares di un aeromobile, anche le minacce cosiddette di quarta generazione come i seeker IIR. Il sistema si compone in particolare di 3 "assiemi": la torretta, il modulo QCL, integrato direttamente in torretta, ed una Processor Unit. Elettronica è responsabile del modulo QCL - di cui è stato sviluppato un prototipo testato con una serie di prove a terra condotte a marzo a Pratica di Mare in collaborazione con l’Aeronautica Militare – mentre Indra ha la responsabilità della torretta e della Processor Unit. Le 2 aziende hanno la co-design authority sul sistema nel suo complesso. Ulteriori dettagli e approfondimenti su RID 7/18.

a cura di
anteprima logo Aeronautica Italiana L'Aeronautica Militare all'APROC 2018
Si è svolto a Gilze-Rijen (Olanda), dal 23 maggio al 6 giugno, l’Air Centric Personnel Recovery Operatives Course (APROC) organizzato annualmente dall’European Personnel Recovery Center (EPRC). La sede di svolgimento dell’esercitazione varia ogni anno tra le sette Nazioni che partecipano all’EPRC che, di volta in volta, partecipano con i propri assetti più pregiati.
 
Quest’anno la manifestazione ha visto impegnati quasi 600 partecipanti provenienti da 12 nazioni. 
L’Italia ha messo in campo personale e assetti da numerosi Reparti: 4°, 14°, 15° e 16° Stormo del Comando Squadra Aerea e 3° Stormo del Comando Logistico con Eurofighter, HH-101, CAEW (Conformal Airborne Early Warning), FARP (ForwardArming and Refuelling Point) ed un Extraction Team.
 


a cura di
anteprima logo Aeronautica Italiana Concluso "Airathon" di Pratica di Mare

48 ore di maratona creativa, oltre 100 partecipanti, con 15 start up, esperti dell'industria, ricercatori e studenti del mondo delle università. 

Si è concluso all'aeroporto militare di Pratica di Mare, presso il Centro Sperimentale Volo dell'Aeronautica Militare, il primo hackathon in campo aeronautico, che ha preso appunto il nome di "Airathon". Al termine della maratona creativa di 48 ore, a cui hanno preso parte 15 start up, rappresentanti di cinque università italiane ed esperti della Forza Armata e del comparto industriale, sono state premiati come vincitori due progetti tra gli otto presentati, per soluzioni di tecnologie di realtà immersiva e Blockchain applicabili nei settori dell'addestramento e della manutenzione su sistemi aeronautici. Primo classificato il team composto dalle start up Wideverse e M3S, seguiti dal team delle start up Impersive e Merkur.io.

Una maratona creativa che ha messo insieme soggetti provenienti da settori ed estrazioni diverse – tecnici, informatici, ricercatori, studenti, esperti militari e del settore industriale – con l'obiettivo di mettere a fattor comune le diverse esperienze, concretizzare le idee migliori e farle diventare delle soluzioni prototipizzabili ed applicabili in tempi brevi al settore logistico della Forza Armata. Oltre a rappresentanti dell'industria e del comparto aeronautico nazionale (Leonardo, Vitrociset, Techno Sky, Mimos - Movimento Italiano di Modelizzazione e Simulazione) e di diversi Atenei italiani (Professori della Sapienza – Università di Roma ed Università degli Studi di Tor Vergata e Polo Tecnologico Pordenone e studenti da Federico II di Napoli, Università degli Studi di Salerno e Luiss Guido Carli di Roma), le 15 start up di settore sono state le protagoniste ed il motore dell'iniziativa. Oltre alle quattro premiate, hanno partecipato le start up First, Bcademy, Edgelab, Elysium, Skylabs, Heuristic, ChainBlock, Lin Up, B2Lab, weAR, Trakti. Partner tecnologici dell'evento sono stati PTC e Microsoft. 

 

Leggi la notizia completa sul sito dell'Aeronautica Militare

a cura di
anteprima logo RID Continua l’offensiva di Haftar su Derna

Prosegue l’offensiva delle forze di Haftar sulla città di Derna, assediata dallo scorso luglio ma che, lo scorso 7 maggio, è entrata in una nuova fase.

a cura di
anteprima logo RID 200° Puma per il Bundeswehr

Rheinmetall ha consegnato il 200° cingolato da combattimento pesante per la fanteria PUMA all’Esercito Tedesco. Il programma è portato avanti dalla Projekt System & Management (PSM) GmbH, joint venture paritaria tra Rheinmetall Krauss-Maffei Wegmann che si dividono in parti uguali anche la produzione dei 342 veicoli previsti le cui consegne dovrebbero terminare nel 2020.

a cura di